+

RESTAURI DI OPERE D’ARTE

Restauri arte

Il principale obiettivo della nostra associazione è quello di preservare le opere d'arte che sono contenute nel borgo ed in particolare nel complesso della Pieve. Qui riportiamo, in breve, i risultati di questa attività.

Via Crucis

Sono le quattordici stazioni ottocentesche della Via Crucis provenienti dall'antica Pieve di San Giovanni decollato di Montemurlo. Mons. Paolino Contardi nel suo inventario del Beneficio Parrocchiale del 1930 le attribuisce a Romano Carbone. Una fotografia di collezione privata ne testimonia la presenza all'interno di essa almeno fino al 1965.

SS Pietro e Paolo

Pala d'altare della chiesa di Albiano dedicata ai Santi Pietro e Paolo attribuita ad anonimo del XVII sec. (Sovrintendenza per i beni artistici e storici - Firenze cod.09/00114822). Al temine del restauro si legge, sul sasso in basso a sinistra , il nome dell'autore: GB Cartei e la data  1636.

San Pellegrino Laziosi

Dipinto olio su tela raffigurante “Cristo che risana la gamba a San Pellegrino Laziosi” (Anonimodel XVIII sec., 195,5 x 170 cm) della Pieve di San Giovanni Decollato a Montemurlo, al lato destro del presbiterio in contrapposizione alla tavola del Granacci, ambedue incassate nella parete e bloccate con una cornice in stucco che le rende inamovibili.

Pala Compagnia Assunta

Stendardo processionale attribuito alla scuola di Giovanni Stradano, datato 1567, dipinto ad olio su tavola raffigurante sulla parte anteriore la Vergine Assunta e sul tergo il San Giovanni Battista. Proviene dalla Compagnia del SS. Sacramento nel Castello di Montemurlo da dove, nel 1942, fu tolta e portata nella sagrestia della Chiesa Parrocchiale del Sacro Cuore a Montemurlo ora, dopo un opportuno restauro, riportata nella Pieve di San  Giovanni decollato.