+

Pubblicazioni

RESTAURO DELLA VIA CRUCIS

Sono quattordici le stazioni ottocentesche della Via Crucis provienti dall'antica Pieve di San Giovanni decollato di Montemurlo. Una fotografia di collezione privata ne testimonia la presenza all'interno di essa almeno fino al 1965. Sicuramente a seguito del degrado strutturale di fine novecento subito dalla Pieve, le Via Crucis e tutti gli arredi facilmente asportabili furono trasferiti  e sino ai nostri giorni, conservati nella chiesa del Sacro Cuore di Montemurlo. Qui, dopo essere cadute nell'oblio per decenni, nel 2016 sono state rinvenute ed in seguito sottoposte ad un delicato restauro.

Le scene raffiguranti le Via Crucis, realizzate in gesso prestampato, sono incorniciate all'interno di edicole ad arco, con colonne di ordine corinzio come imponeva l'architettura romana del tempo di Gesù. La complessità esecutiva delle stazioni è evidenziata dall'utilizzo alternato del basso e dell'alto rilievo. Tecniche che impongono misure abbastanza importanti per supportare la tematica rappresentata. Infatti le stazioni misurano circa: in altezza cm.85, in larghezza cm.50 e nello spessore cm.10. I pittori della manifattura esecutrice degli stampi hanno rafforzato il significato degli episodi  narrati, con l'intendo di rendere attivamente partecipe il fedele al dolore di Cristo, sottolineando i ruoli dei singoli personaggi attraverso l'utilizzo della materia pittorica policroma. E la porporina metallica dorata ed argentata usata, ha evidenziato e reso verosimile gli elementi metallici dei soldati come la lama delle lance, gli elmi... Inoltre, come rafforzativo del numero romano corrispondente, per rendere parlanti le stazioni queste sono state descritte singolarmente da un cartiglio orizzontale stampato.

[...]

Storia delle scuole a Montemurlo

Presentazione preparata per alcune prime della scuola media Salvemini - La Pira

Lella Rendesi, la città e il sogno

L'Associazione, Il Borgo della Rocca, inaugura il giorno 19 Aprile 2018 ore 18 presso la Sala Ovale di Palazzo Buonamici a Prato, la Mostra “Lella Rendesi, la città e il sogno”. L’interesse verso l'arte contemporanea, vero momento di attenzione del sentire dell'uomo dell'Oggi, ci muove a fare da testimoni a Lella Rendesi che come noi, ha sempre sentito fortemente il senso di appartenenza alla sua comunità.

MEMORIE STORICHE

Trascrizione integrale critica del famoso manoscritto del calzolaio Tanini: una delle poche fonti storiche del territorio

ISTORIE MONTEMURLESI

Raccolta di brani di "memorie" che riguardano Montemurlo spaziando dalle origine fino alla rivoluzione portata dall'industria tessile

MEMORIE

Trascrizione integrale di tutto quanto scrisse nel diario parrocchiale Mons. Paolino Contardi nel corso della sua permanenza a Montemurlo

Tesori rivelati: Mostra di Arte Sacra 2015

Prima mostra di oggetti provenienti dalla Pieve di San Giovanni decollato e recuperati dalla nostra associazione

MONTEMURLO E LA SUA CROCE

Opuscolo che riprende "La Santa Croce" in precedenza pubblicata e descrive tutta la pieve di San Giovanni dec., la sua storia e tutte le opere d'arte in essa contenute

Approfondimento

LA SANTA CROCE

Si tratta della riedizione di un libretto pubblicato nel 1981